Sezioni

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / News / LUNA: il programma è online

LUNA: il programma è online

Pubblicato sul sito tutto ciò che serve sapere sulla notte del 30 settembre.

L’appuntamento con LUNA 2016 si avvicina: il 30 settembre le istituzioni di ricerca e innovazione di Bolzano invitano grandi e piccoli a tuffarsi nella scienza. Le istruzioni per pianificare al meglio il tuffo sono ora disponibili su www.lunganottedellaricerca.it. Sul sito gli appassionati di scienza possono leggere le stazioni una per una oppure cercarle in base a criteri come la presenza di attività per bimbi o di una degustazione di prodotti. Per chi non volesse lasciare niente al caso, gli organizzatori hanno previsto la funzione myLUNA che permette di salvare il proprio percorso preferito, stamparlo o mandarlo per email.

 

Sono 16 i luoghi di scienza bolzanini che venerdì 30 settembre dalle 17 a mezzanotte apriranno le loro porte al pubblico. Il motto di quest’anno è “The Big Picture”, la scienza a colpo d’occhio, e descrive l’approccio che contraddistingue il lavoro dei ricercatori: analisi minuziose fino all’ultimo dettaglio, ma senza perdere di vista il quadro generale. I curiosi che non vogliono perdersi questo colpo d’occhio possono conoscere il programma delle 127 stazioni sparse per la città su www.lunganottedellaricerca.it. Con myLUNA i più precisi possono creare un percorso ad hoc tra le attività – tutte gratuite – salvare le loro preferenze e portarlo con sé durante la notte.

Sul sito è possibile anche cercare le attività in base all’istituzione che le propone. Quest’anno, oltre agli organizzatori EURAC Research, unibz e IDM Alto Adige, i partner sono Agenzia provinciale per la protezione civile, Alperia, Claudiana, ECO-Research, Agenzia CasaClima, Ospedale, Microgate, Museion, Museo di scienze naturali dell’Alto Adige, NOI Techpark, Stazione idrometrica sul Talvera, STA – Strutture trasporto Alto Adige e Impianto di produzione idrogeno IIT, Centro di sperimentazione agraria e forestale Laimburg e Fraunhofer Italia.

Per spostarsi tra le stazioni è disponibile un servizio navetta gratuito che ogni 15/20 minuti collega tutte le tappe. Alcuni di questi autobus sono a cella combustibile alimentati a idrogeno. Anche i percorsi delle due linee sono descritti sul sito.

 

La Lunga Notte della Ricerca non di svolge solo a Bolzano: sono oltre 250 le città europee che il 30 settembre alzeranno il sipario sul lavoro dei loro centri di ricerca e università. L’iniziativa è infatti promossa dalla Commissione europea che è anche il finanziatore principale. A Bolzano la LUNA 2016 è cofinanziata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, dalla Provincia e si svolge con il patrocinio del Comune di Bolzano.